Pedane Instabili

Filtri attivi

Pedana PowerSlider Gymstick, arrotolabile
  • -29,10 €
Prezzo 49,90 € -29,10 € Prezzo base 79,00 €
Iva esclusa

Pedana PowerSlider Gymstick, arrotolabile [3982]

Pedana arrotolabile Gymstick Power Slider, completa di bag per il traspoprto e sovrascarpe.

Per fitness, allenamento funzionale, riabilitazione. Disponibile nella versione da 180 cm. o 230 cm.

230 cm. attualmente esaurito

I benefici delle pedane instabili e dell’allenamento propriocettivo

Le tavole propriocettive, comunemente chiamate pedane instabili, sono attrezzature sportive volte a educare e rieducare i recettori meccanici del piede, oltre a tonificare e migliorare la salute della muscolatura. Le pedane instabili sono indicate sia per l’allenamento propriocettivo, sia per gli ambiti preventivo e riabilitativo. Si tratta, infatti, di attrezzi indispensabili per il periodo post infortunio, compresa la più semplice e banale distorsione della caviglia. Dopo simili traumi, infatti, la sensibilità propriocettiva potrebbe alterarsi proprio a seguito della lesione anatomica subita.

La tavoletta propriocettiva, inoltre, è un’ottima alleata anche per l’esecuzione di esercizi volti al miglioramento dei problemi di equilibrio legati a una postura non corretta.

I due principali modelli di pedane instabili

I modelli di tavole propriocettive sono moltissimi e si differenziano tra loro per più e differenti caratteristiche. Ciò che, però, diversifica alla base le pedane instabili è la loro forma. Esistono, infatti, due tipologie di tavolette propriocettive.

Le pedane instabili tonde

Questi modelli circolari hanno diametri differenti, in media intorno ai 40 centimetri. Le tavole propriocettive tonde classiche poggiano su una mezza sfera, il cui raggio determina il grado d’instabilità dell’attrezzo. Il rapporto è inversamente proporzionale, questo significa che un raggio inferiore implica maggiore instabilità, un raggio maggiore significa minore instabilità.

Le pedane instabili rettangolari

Si tratta di pedane in legno o in plastica resistente appoggiate su un mezzo cilindro, volto a creare un determinato grado di instabilità laterale.

Esistono poi altre tipologie di pedane instabili, più moderne e realizzate con materiali innovativi. Tale attrezzature rispettano la forma classica delle tavolette propriocettive, ma non poggiano su mezze sfere e mezzi cilindri. Sono modelli con un corpo solo, spesso gonfiabili, e realizzati con gomma sintetica resistente. Il principio di instabilità in questi casi è dettato dalla forma dello stesso attrezzo: sezioni di sfere o cilindri su cui sistemarsi e appoggiarsi.

I benefici degli esercizi propriocettivi

L’obiettivo principale dell’allenamento sulle pedane instabili è il rinforzo profondo della muscolatura e delle articolazioni. Le parti del corpo coinvolte in tale miglioramento sono le caviglie, le ginocchia e le spalle.  Gli esercizi propriocettivi aiutano gli sportivi o, le persone che li praticano, a migliorare la stabilità del sistema neuromuscolare. Anche lo sviluppo del tono muscolare e la coordinazione trai muscoli e la percezione del corpo godono di numerosi benefici dall’uso delle pedane instabili.

Squat, kick e addominali sono gli esercizi che meglio si prestano all’impiego della tavola propriocettiva. L’esecuzione dei suddetti esercizi è quella classica, ma il grado di instabilità è il fattore che ne amplifica i benefici e i risultati finali.

La Bosu Ball

Appartenente alla famiglie delle pedane instabili, la Bosu Ball è uno degli attrezzi più apprezzati dagli sportivi, dagli amanti del fitness e dai centri di riabilitazione. Si tratta di una mezza palla, realizzata in gomma elastica resistente, su cui appoggiarsi per eseguire i più comuni esercizi di tonificazione. La Bosu Ball, grazie alla sua forma e ai materiali con la quale è realizzata, può essere utilizzata sia dalla parte sferica, sia da quella piana.